ECOSTAZIONE DI VILLAFRANCA: DAL 5 MAGGIO PARTE LA GESTIONE DI GAIA

Raggiungono quota 12 le aree attrezzate coordinate dall’azienda

A partire da sabato 5 maggio anche l’ecostazione di Villafranca d’Asti passerà sotto la gestione di GAIA; salgono a 12 le aree ecologiche coordinate dall’azienda in provincia di Asti.

L’Ecostazione, sita in Regione Garavello inizialmente sarà al solo servizio degli abitanti del comune di Villafranca d’Asti, e osserverà i seguenti orari: il martedì pomeriggio dalle ore 14:00 alle ore 17:00 ed il sabato mattina dalle ore 09:00 alle ore 12:00.

L’area è utilizzata soprattutto per i rifiuti che non sono intercettati dalle normali raccolte differenziate. I privati cittadini residenti (utenze domestiche) possono conferire gratuitamente le seguenti tipologie di rifiuti:

  • rifiuti ingombranti non recuperabili (materassi, mobili e arredi…);
  • carta e cartone;
  • materiale legnoso, sfalci e potature;
  • imballaggi in plastica
  • imballaggi in vetro (damigiane e contenitori di grosse dimensioni che non possono essere conferite nelle campane della raccolta stradale);
  • farmaci scaduti;
  • oli vegetali (di frittura, delle scatolette di cibo sott’olio…)
  • pneumatici fuori uso (privi di cerchione);
  • pile alcaline, toner esausti;
  • materiale ferroso;
  • alcune tipologie di rifiuti elettrici ed elettronici (piccoli elettrodomestici: aspirapolveri, ferri da stiro, computer, ecc…e “grandi bianchi”: lavatrici, lavastoviglie, forni a microonde…).

Sono previsti alcuni adeguamenti strutturali che GAIA ha già in programma, senza i quali al momento NON È POSSIBILE CONFERIRE rifiuti classificati come pericolosi quali apparecchiature refrigeranti (frigoriferi, congelatori, ecc…), Tv e monitor, lampade al neon, imballaggi sporchi e contaminati da sostanze pericolose, oli minerali, filtri dell’olio e batterie auto.

Anche le utenze non domestiche (aziende artigianali, commerciali e di servizi, iscritti a ruolo per la tassa rifiuti) possono usufruire dell’Ecostazione e conferire gratuitamente i propri rifiuti entro i limiti quantitativi stabiliti dal regolamento comunale. Per accedere devono rivolgersi al Comune e convenzionarsi con GAIA.

Per accedere all’Ecostazione occorre:
- presentarsi con un documento di identità e/o il bollettino di pagamento della Tassa rifiuti, per verificare l’appartenenza al Comune di Villafranca;
- rispettare le indicazioni dell’operatore, anche nel caso di rifiuti che non si possono accettare (es. lastre di amianto, lana di roccia, catramina…)

Con questa nuova struttura le Ecostazioni di GAIA servono in tutto 87 Comuni della provincia. Nel 2017 i cittadini hanno varcato 94.655 volte i cancelli delle attuali Ecostazioni di GAIA portando in tutto circa 8.800t di rifiuti da avviare al recupero.

Comunicato stampa 11/2018

Ultimo aggiornamento : 5/3/2018  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione  

<< PAGINA PRECEDENTE

Avvisi e Bandi