DALLA TAVOLA ALLA TERRA: ERANO RIFIUTI, ADESSO È COMPOST

Il 26 ottobre in piazza San Secondo per capire la raccolta differenziata dell’organico.

Comunicato congiunto Comune di Asti e  GAIA spa

Il Comune di Asti in collaborazione con GAIA organizza una “mostra interattiva” in piazza San Secondo per richiamare l’attenzione sulla raccolta differenziata dei rifiuti organici. Dalle ore 9 alle 12 i cittadini potranno percorrere la strada che dalla tavola porta alla terra gli scarti organici usati per coltivare nuovi prodotti che torneranno nuovamente in tavola. Un circolo virtuoso dove ogni soggetto ha il suo ruolo da svolgere.

Gli avanzi del cibo che arrivano dalle nostre tavole sono gli scarti organici che, portati all’impianto di GAIA, diventano compost di qualità. Sabato 26 sarà possibile ritirare gratuitamente l’ammendante utile per concimare fiori, piante, orto: si consiglia di presentarsi muniti di contenitore per il trasporto (borse, sacchetti, cesti…) in quanto il compost viene consegnato sfuso. Per gli astigiani che vogliono recarsi direttamente all’impianto di compostaggio a San Damiano d’Asti – Borgata Martinetta 100 (sulla strada per Ferrere) c’è la possibilità durante tutto l’anno di ritirare gratuitamente il compost fino a 200kg; anche in questo caso viene consegnato sfuso per cui occorre presentarsi muniti di apposito contenitore o mezzo di trasporto (per informazioni 0141.977.408).

Il ciclo del recupero funziona se la raccolta, primo tassello del percorso, è fatta in modo corretto. L’iniziativa nasce dall’esigenza di migliorare la raccolta differenziata dell’organico nella città di Asti sia dal punto di vista quantitativo (nel 2012 i rifiuti organici, sfalci e potature consegnati all’impianto di compostaggio sono stati circa il 30% del totale rifiuti prodotti, nel 2013 ad oggi Asti è ferma al 24%) sia qualitativo (le impurità presenti nei rifiuti organici sono al 17% contro un 8% di soglia massima per non avere aggravi di costi).

Sulle locandine sparse per la città dagli ecovolontari del Comune di Asti si legge “Coma mai bisogna migliorare la qualità? Perché non si deve mischiare l’umido con gli indifferenziati? Che differenza c’è tra biodegradabile e compostabile?”. Tutte domande a cui GAIA e Comune di Asti si impegnano a dare risposta con il personale presente alla mostra. Prendere coscienza del complesso viaggio che i rifiuti organici devono fare prima di essere recuperati è un modo per sensibilizzare e motivare le persone a fare bene il loro dovere. Ogni chilogrammo di rifiuto organico che finisce nell’indifferenziato significano circa 2€ di aggravio di costi, così come i rifiuti indifferenziati che vengono distrattamente inseriti nelle pattumiere dell’organico provocano un aumento dei costi per la pulizia del materiale e il rischio di non riuscire a ottenere la certificazione per il compost di qualità, garanzia per gli agricoltori che utilizzano l’ammendante.

In caso di maltempo l’evento sarà rinviato. Per informazioni contattare l’Ufficio Ambiente del Comune di Asti allo 0141.399.443 o con email ambiente@comune.asti.it

Comunicato stampa 25/2013
Asti, 21 ottobre 2013
 

Ultimo aggiornamento : 10/23/2013  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione  

<< PAGINA PRECEDENTE

Avvisi e Bandi