DALLA TAVOLA ALLA TERRA: ERANO RIFIUTI, ADESSO È COMPOST - post

Centrato l’obiettivo di attirare l’attenzione sulla raccolta differenziata dell’organico

Grande affluenza di pubblico tra cui le classi della scuola media Brofferio di Asti, alcuni turisti curiosi, cittadini provenienti dal mercato o arrivati appositamente per la “mostra interattiva” che ha richiamato l’attenzione sulla raccolta differenziata dei rifiuti organici.

Sabato 26 ottobre dalle ore 9 alle 12, complice il tempo mite, i cittadini hanno potuto percorrere una piacevole passeggiata sulla strada che dalla tavola porta alla terra e alla fine ritirare gratuitamente il compost prodotto da GAIA all’impianto di San Damiano d’Asti, utile nutrimento per fiori, piante o l’orto.

Il big bag di compost (300 kg) al centro di Piazza San Secondo è stato più volte messo sotto assedio dalle persone: gli addetti di GAIA e del Comune hanno riempito oltre 200 sacchetti dell’ammendante dispensando consigli e materiale informativo su come utilizzarlo (per chi fosse interessato si possono trovare su www.gaia.at.it). Per molti è stata una novità vedere e toccare il compost, altri ne avevano sentito parlare ma poter ritirare il prodotto derivato dal trattamento dei rifiuti organici ha consolidato la fiducia in un processo che nell’astigiano si attua sin dal 2003.

Ha partecipato all’ iniziativa anche l’assessore all’ambiente Alberto Pasta che ha ribadito al pubblico presente quanto sia importante migliorare la raccolta differenziata dell’organico nella città di Asti sia dal punto di vista quantitativo (nel 2012 i rifiuti organici, sfalci e potature consegnati all’impianto di compostaggio sono stati circa il 30% del totale rifiuti prodotti, nel 2013 ad oggi Asti è ferma al 24%) sia da quello qualitativo (le impurità presenti nei rifiuti organici sono al 17% contro un 8% di soglia massima per non avere aggravi di costi).

Un particolare ringraziamento va agli Ecovolontari del comune di Asti, un gruppo di persone particolarmente attente sempre pronte a collaborare per sostenere le iniziative di sensibilizzazione.

E’ stato anche ricordato che presso l’impianto di compostaggio di GAIA a San Damiano d’Asti – Borgata Martinetta 100 (sulla strada per Ferrere) - c’è la possibilità durante tutto l’anno di ritirare gratuitamente il compost fino a 200kg; l’ammendante però viene consegnato sfuso, per cui occorre presentarsi muniti di apposito contenitore o mezzo di trasporto (per informazioni 0141.977.408). Per quantitativi superiori, in caso di professionisti (agricoltori, vivaisti…) si possono stipulare appositi contratti, negli altri casi il costo è di 7€ a tonnellata.
Comunicato stampa 26/2013


Gli Ecovolontari del Comune di Asti e il personale di GAIA che riempiono i sacchetti con il compost ai cittadini sotto lo sguardo dell’Assessore Pasta.

I ragazzi della Brofferio che ascoltano le spiegazioni sul recupero dei rifiuti organici

Ultimo aggiornamento : 10/30/2013  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione  

<< PAGINA PRECEDENTE

Avvisi e Bandi